Fideiussione assicurativa per l’edilizia Roma

Parlare di  fideiussione assicurativa per l’edilizia Roma non significa parlare di un argomento per il grande pubblico, che magari conosce che cosa è una fideiussione in generale e non è nemmeno detto, ma magari non ha mai sentito parlare di questa per l’edilizia ed è curioso  di conoscere più particolari in merito

Fideiussione assicurativa per l'edilizia Roma
Fideiussione assicurativa per l’edilizia Roma

Forse un qualcosa del quale si sente parlare rispetto alle fideiussioni riguarda i contratti di locazione rispetto ai quali se l’inquilino non può portare le dovute garanzie e quindi una busta paga , e non ha nemmeno un garante che ci mette la firma e se non paga gli affitti in tempo, dovrebbe prendere in considerazione una fideiussione generica parlando con qualche istituto assicurativo o bancario.

Purtroppo nel nostro Paese i proprietari di casa non sono molto tutelati e quindi quando hanno degli inquilini all’interno che non pagano, per questioni legislative e burocratiche potrebbero avere molta difficoltà a farli   buttare fuori di casa oppure a recuperare in qualche modo i canoni di affitto .

Mentre se parliamo di edilizia parliamo intanto di appalti fra privati che richiedono delle garanzie e quindi delle fideiussioni che vengono chiamate anche contratti che danno la possibilità al creditore di avere delle garanzie rispetto a un determinato adempimento e quindi ad un determinato pagamento.

ove invece parlassimo  di  fideiussione a garanzia degli appalti dovremmo fare riferimento al Codice dei Contratti Pubblici per avere tutti i dettagli rispetto a questo istituto di fideiussione per quanto riguarda tutti  gli obblighi contrattuali in caso qualcosa non  andasse per il verso giusto.

Prima di stipulare una  fideiussione assicurativa per l’edilizia bisogna assicurarsi di parlare con una banca o con una  assicurazione.

In questo titolo della seconda parte siamo stati molto chiari rispetto a chi rivolgersi e a chi affidarsi quando abbiamo questa necessità di stipulare una polizza fideiussoria in tema di edilizia, e quindi andare a parlare con gli istituti assicurativi e bancari di buona reputazione invece che affidarci alla prima banca che ci fa un’offerta in merito.

Da questo punto di vista a maggior ragione dovremmo diffidare da quello che troviamo su internet se non ne conosciamo con precisione la provenienza, e anzi a questo punto sarebbe molto meglio parlare con qualche persona vicina e quindi amici o colleghi o familiari o parenti di lavoro e chiedere se conoscono qualche agenzia assicurativa che  propone questo tipo di fideiussione.

Se ci pensiamo bene la tecnica del passaparola ha sempre i suoi vantaggi rispetto che affidarsi ciecamente a quello che troviamo su internet, perché soprattutto quando non siano degli esperti nel settore in questo caso delle polizze di fideiussione, rischiamo di pigliare fischi per fiaschi come si suol dire e quindi di farci abbindolare da qualche offerta che ci sembra super conveniente, ma poi di fondo è  invece è una fregatura che ci  farebbe arrabbiare molto con noi stessi per il fatto che ci siamo fidati.

Internet è uno strumento eccezionale ma che va saputo usare con cura quando si cerca un prodotto e un servizio.

Allontanamento definitivo volatili

Andiamo a parlare di allontanamento definiti volatili perché alcune di loro possono essere moleste e parliamo di specialmente gabbiani e piccioni che possono portare sporco rumore e una presenza scomoda nella propria proprietà no che desta preoccupazione.

Ecco perché c’è bisogno di specialisti che abbiano un’esperienza molto vasta nell’ andare a liberare aziende, condomini monumenti a tanti altri ambienti da gabbiani passeri storni e piccioni.

Allontanamento definitivo volatili

In tal senso le  soluzioni sono molto discrete ed efficaci, quindi possono risolvere problemi causati da questo tipo di volatile quindi gabbiani o piccioni. Quindi bisogna parlare con l’azienda e i suoi esperti che sapranno valutare in base alla situazione che hanno davanti le soluzioni che possono essere sicure e anche convenienti economicamente,    e visto il momento storico è una cosa importante, ed ecocompatibili quindi per rispettare anche l’ambiente allo stesso tempo però liberandoci da questi uccelli.

In questa azienda lavorano Team molto uniti che cercano sempre soluzioni vaste per allontanare i volatili e anche per per soddisfare ogni tipo di esigenza del cliente anche in quota, grazie a strumenti importanti come ponteggi o scale, nonché anche funi, linea vita che sono importantissimi per eseguire al meglio alcune attività disinfestazione.

Questa azienda di allontanamento volatili si caratterizzano per la loro flessibilità, per la loro compattezza e per la capacità di operare con pochi mezzi, ma allo stesso tempo hanno tante competenze cercando sempre di andare incontro alle esigenze soggettive di ogni singolo cliente e quindi parliamo di servizi che possono aiutare soggetti molteplici come condomini, privati aziende di ogni dimensione e amministrazione pubblica.

 L’importanza del trattamento e della pianificazione delle ditte di allontanamento volatili

 Una ditta di allontanamento volatili si distingue, se è di alto livello, per il fatto che operano anche la pulizia e consiste spesso nella rimozione del guano della pulizia nonchè lo smaltimento, sempre nell’ottica di seguire quelle che sono le normative vigenti e alla fine vengono anche disinfestate le parti interessate.

 Parliamo di fasi che vengono effettuate prima di qualsiasi installazione perché  un volatile purtroppo riconosce come dimora  che colonizza e quindi andare a pulirla al meglio significa renderle meno appetibili e soprattutto meno riconoscibili per questi volatili.

Quindi andare ad applicare questo procedimento differente per il volatile e quindi il trattamento risulterà efficace e sicuro.

Ovviamente per arrivare un ottimo risultato sarà importante l’esperienza dei componenti del team nonché la loro capacità di fare tutto con precisione e cioè  le attività per aumentare la sicurezza, svolgendo l’attività di servizio.

Come dicevamo prima in alcuni casi devono eseguire lavori in quota che riguardano quelle situazioni in cui sono necessarie e attrezzature come corde per trasformare, trabattelli o scale e che servono appunto per debellare questa infestazione dei volatili per tutte queste metodiche ricordiamo che richiedono delle abilità particolari, nonché delle applicazioni specifiche da parte tecnici addetti a questo lavoro, nonché particolare sistemi di sicurezza.

Inoltre le aziende di nutrimento volatili dovranno garantire di usare prodotti che siano sicuri  e di qualità idonei al consumo e soprattutto sarà necessario rispettare norme di sicurezza.

Azienda Disinfestazioni Roma

Con il nostro centro non si lascia nulla al caso e niente di intentato, per quanto riguarda la riuscita dell’opera di disinfestazione che vorrai richiederci. L’impegno con l’azienda disinfestazioni Roma è da anni di offrire i migliori risultati, al prezzo di un intervento di disinfestazione. Chiamaci e prova le nostre offerte speciali. Con l’aiuto degli esperti nel comparto della pulizia e della disinfestazione di ambienti, la ditta lavora in locali di diversa ampiezza, portando la sua professionalità al minimo del prezzo. L’azienda ti propone da sempre il supporto dell’azienda disinfestazioni Roma al più basso prezzo e con il massimo della semplicità e precisione. Mandandoci una domanda al più presto sarai messo al corrente di tutte le possibilità che sappiamo offrirti, in tempi veloci. Telefona ai riferimenti e chiedi dell’azienda disinfestazioni Roma per avere informazioni certe e precise. I tuoi ambienti saranno sicuri e in completa pulizia, a seguito dell’azione negativa portata dagli agenti infestanti come uccelli e insetti. Nel modo che si può scoprire grazie ai risultati portati dalla nostra realtà, le operazioni che realizziamo nei tuoi ambienti domestici e lavorativi ti porteranno una casa e un ufficio come li avevi sognati.

Le intenzioni rispettate dall’Azienda Disinfestazioni Roma

Azienda Disinfestazioni Roma
Azienda Disinfestazioni Roma

Comincia e porta a conclusione la tua lotta a topi, insetti e scarafaggi con l’aiuto dell’azienda disinfestazioni Roma. Basandosi su un pubblico ampio e unito con ottima fiducia, la nostra ditta sa portarti il servizio che domandi perché conosciamo le intenzioni della clientela che ci contatta. Il nostro impegno durante gli anni di servizio è stato di fornire certezze e garanzie, con l’azione unita di prodotti di alto livello e di strumenti atti alla disinfestazione profonda. L’attività di disinfestazione a vasto raggio vi porterà pulizia, igiene e sicurezza grazie all’azienda disinfestazioni Roma, dove si previene la possibilità di una nuova invasione di insetti, uccelli e topi. Puoi chiamarci e provare le nostre offerte speciali, per scoprire la pulizia e l’igiene nei tuoi ambienti. Con l’aiuto di molti esperti nella pulizia e della disinfestazione di ambienti, l’azienda disinfestazioni Roma sono arrivate in ambienti di diversa composizione, portando per ogni cliente la nostra professionalità. Chiamandoci al più presto sarai messo al corrente delle possibilità che possiamo offrirti, con tempi veloci e scelte serie.

Le norme vigenti con l’Azienda Disinfestazioni Roma

Grazie alla nostra proposta commerciale ti offriamo il modo di prevenire altri problemi di infestazione, come la rimozione di uccelli e insetti. Telefona ai riferimenti dell’azienda disinfestazioni Roma per ottenere le informazioni chiare e precise. I prezzi che ti offriamo per pulire e disinfestare case e uffici sono chiari sui riferimenti online. Gli insetti e i piccioni sono tra i più pericolosi vettori di germi nel settore urbano e suburbano, per cui è utile l’aiuto di una ditta esperta per portarli via. Avere a che fare con insetti e topi è una questione che non si deve risolvere da soli e per questo c’è bisogno di una ditta che si occupi in modo giusto dell’azienda disinfestazioni Roma. Verso qualsiasi domanda di sicurezza puoi parlare con una ditta che lavora nel settore aiutando le norme vigenti in materia.

Per maggiori informazioni: dittadisinfestazioneroma.it

Avvocato Civile Roma

Le tutele preferite dall’avvocato civile Roma sono quelle che trovi presso il nostro studio, fin da ora, semplicemente chiamando i nostri uffici e prenotando un primo appuntamento per ottenere un aiuto concreto ed efficace. Tra le agenzie di mediazione con le autorità di giudizio e le corti istituzionali, lo studio è ai primi posti per garanzie, conoscenza del pubblico nel dibattimento. I vantaggi nell’ambito dell’avvocato civile Roma consentono ai clienti un metodo serio ed efficace, per le persone in cerca di una guida e di una salvaguardia nell’ambito giuridico. L’intermediazione di uno studio come questo è un passo cruciale per difendere la propria causa. Per portare il giusto servizio di un numero di privati nel territorio urbano, ci troviamo vicini a realtà civili e con soggetti meritevoli di difesa, base della nostra relazione di lavoro. Secondo i dati e le testimonianze che ci darai, la scelta del tutore legale si rivelerà come un piano di difesa legale sempre solido. Sfruttando la nostra massiccia presenza nell’ambito dell’avvocato civile Roma, godrai dei benefici della nostra opera di mediazione, che nel tempo si è fatta notare per la compattezza delle proprie proposte, anche grazie alle garanzie che sono necessarie per il mantenimento della corretta tutela del diritto personale.

La difesa del diritto personale con l’Avvocato Civile Roma

Avvocato Civile Roma
Avvocato Civile Roma

Il nostro servizio di avvocato civile Roma è attento a darti delle idee pregevoli a tua tutela, all’interno di un percorso stabilito insieme e di pari passo. Siamo insieme e sempre dalla tua parte in ogni istante, essendo che la comune missione è quella di reperire una conoscenza sulle quali costruire una collaborazione e rinforzare una linea di perorazione della causa. Il nostro aiuto si confà ai criteri dei migliori studi legali della città e porta avanti con serietà l’obiettivo della tua vittoria finale, riconoscendo che il nostro lavoro di avvocato civile Roma ti garantisce le opportunità di successo nelle sedi opportune. Il bisogno di avvocati abili a chiarire dubbi sulle posizioni giuridiche e sui diritti personali è ampio, come strumento a tuo favore per fare valere i tuoi diritti. Con il nostro studio sei al sicuro e puoi pensare ai tuoi affari e delle tue attività, lasciando la copertura all’avvocato civile Roma che vuole darti i risultati di tribunale più giusti. Vieni a discutere un piano di azione con uno dei responsabili, per capire quali sono le possibilità aperte per le tue cause e i procedimenti.

Professionalità e cortesia dell’Avvocato Civile Roma

Con l’avvocato civile Roma arrivi al centro di difesa legale e lo risolvi nel modo più equo, togliendo le preoccupazioni o riducendo gli sprechi. Presso il nostro servizio combiniamo cortesia e professionalità, per rispondere alla domanda di tutela del nostro cliente, stipulando una tesi difensiva capace di riepilogare i fatti difendendo la parte del nostro cliente e facendo valere i suoi diritti a norma di legge. Cercando il vantaggio di un’agenzia come la nostra, l’utente sa di avere al suo lato i migliori aiutanti per puntellare la propria difesa personale. Dall’avvocato civile Roma trovi un aiuto legale che è utile al privato cittadino, che lo tuteli nell’impiego delle pratiche e nel giusto approccio alle domande in tribunale.

Per maggiori informazioni contattaci: avvocatoaroma.it

Come installare l’antenna satellitare in completa autonomia

Installare l’antenna satellitare in autonomia è possibile: basta prendere alcune precauzioni e accorgimenti affinché il lavoro risulti efficace e soprattutto svolto in sicurezza per voi e chi vi circonda. L’installazione della parabola spesso viene eseguita da un elettricista e antennista ma in caso non vogliate chiamare un esperto per risparmiare eccovi alcuni pratici consigli da seguire passo passo. Occhio a non perdere passaggi, altrimenti non otterrete quello che desiderate.

Installare l’antenna satellitare: da dove iniziare?

Prima ancora di acquistare l’antenna, è necessario sapere esattamente con quali satelliti si desidera collegare il segnale e se possibilità di installare facilmente la parabola. Cercate di stabilire in anticipo il punto in cui si intende installare il piatto e ricordate che sul percorso del segnale non deve essere alcun elemento di disturbo come case o alberi troppo alti.

Se si vive in una casa di proprietà, come luogo di installazione può essere utilizzato un tetto o una parete della casa o la ringhiera di un balcone. I residenti dei condomini possono invece installare il piatto della parabola sul tetto condominiale previo ottenimento del permesso da parte dell’amministratore. Per l’installazione dell’antenna sul cemento o mattoni di superficie è necessario un trapano molto potente e robusti tasselli con superficie piatta per il fissaggio. Non andate a risparmio per gli elementi di fissaggio, perché il piatto è soggetto a forti folate di vento e potrebbe facilmente staccarsi dalla struttura.

Iniziate fissando il braccio presente nel vostro kit di montaggio: ha una forma a “L” ed è munito di staffe e bulloni. Può essere fissato alla ringhiera del balcone, all’asta della vostra antenna principale o anche a parete.

In base al modello acquistato la parabola può prevedere diversi agganci per il fissaggio sul braccetto. In genere, però si tratta di viti o bulloni da stringere intorno all’asta: prima di procedere, però, è importante dirigere la parabola osservando innanzi tutto come altre parabole sui tetti e balconi vicini sono posizionate e orientando la vostra nella stessa direzione.

Installare l’antenna satellitare: collegare i cavi nel convertitore

Nella scatolina ancorata al braccio della parabola (convertitore) deve essere collegata anche al cavo che porterà il segnale al televisore. Più precisamente dovrete prendere l’estremità del cavo bianco e aiutandovi con una forbice scoprire i suoi fili interni dalla guaina in gomma che li copre (avrete bisogno dei piccoli fili metallici più interni). I fili metallici che avete scoperto devono passare nei collettori presenti dentro la scatola (il convertitore di segnale) che potete riconoscere grazie a piccoli fori sormontati da viti che dovrete stringere. Quindi richiudete la scatola.

Lo stesso filo che avete appena collegato alla scatolina del convertitore è quello che dovrà entrare in casa per esser collegato al decoder (che poi porterà il segnale al televisore). A seconda della posizione scelta per la parabola il cavo dovrà scorrere lungo pareti e venire fissato con appositi ganci chiodati prima di entrare in casa.

Ti ricordiamo che è sempre più opportuno rivolgerti a tecnici del settore. Nella nostra regione sono molti i professionisti pronti a recarsi a casa tua per permetterti di fare un viaggio nel mondo comodamente sul tuo divano!

Certificazione energetica: quel che devi sapere

La certificazione energetica degli edifici è un documento ufficiale redatto da un tecnico abilitato, chiamato certificatore energetico, che prende nota delle caratteristiche architettoniche dell’edificio, dei prospetti, della zona climatica, dell’affaccio delle singole facciate, del tipo di riscaldamento e di tutte le variabili che possono influire sui consumi energetici.

Questa procedura di valutazione, volta a promuovere il miglioramento del rendimento degli edifici in termini di efficienza energetica, si attua grazie all’incrocio di dati forniti dai proprietari e dagli abitanti della casa, sui consumi energetici realmente necessari per mantenere determinate condizioni ambientali interne.

È una misura importantissima per tutelare l’ambiente, fornisce una soglia da non superare per l’utilizzo delle risorse naturali e di conseguenza mira a contenere le emissioni clima alteranti.

Le direttive europee

L’Unione europea ha emanato una serie di direttive per dare ai singoli stati membri dispositivi e strumenti per comparare le valutazioni energetiche dei singoli paesi.

In Italia la normativa di riferimento è contenuta nel D. Lgs. 19 agosto 2005, n. 192, un decreto attuativo della direttiva 2002/91/CE, di cui ha percepito anche le successive integrazioni.

Oltre a fissare i criteri con cui attestare la prestazione e il rendimento energetico di ogni edificio, la normativa prevede una serie di raccomandazioni volte al miglioramento degli indicatori rilevati, per migliorare l’efficienza degli usi finali di energia sotto il profilo costi/benefici.

Attestato di Prestazione Energetica o APE

L’attestato di prestazione energetica (APE) è un documento ufficiale, valido 10 anni, che deve essere necessariamente redatto e rilasciato da un certificatore energetico accreditato, il successivo controllo viene operato dai diversi organismi riconosciuti a livello locale e regionale.

L’attestato di prestazione energetica stabilisce in valore assoluto il livello di consumo dell’immobile inserendolo in un’apposita classe di appartenenza. Più è bassa la lettera associata all’immobile, maggiore è il suo consumo energetico.

Caratteristiche dell’attestato di prestazione energetica

L’APE è obbligatorio in occasione del rogito notarile per la compravendita. Quando esso non è presente le sanzioni sfiorano i 20.000 euro e sono a carico di venditore e acquirente.

Anche per i contratti di affitto è necessario presentare l’APE, le sanzioni in questo caso sono più basse e non superano i 4.000, a carico di entrambe le parti.

Chiunque desideri accedere alle detrazioni sul reddito IRPEF deve richiedere e presentare l’attestato energetico insieme agli documenti necessari per ottenere gli sgravi fiscali. Identica procedura per ottenere gli incentivi statali sull’energia prodotta da impianti fotovoltaici.

Il provvedimento ha coinvolto anche le agenzie immobiliari, obbligate per legge ad indicare la classe energetica negli annunci pubblicitari.

Ad oggi sono esonerati da questo obbligo solo gli edifici destinati al culto religioso, le costruzioni senza infissi e impianti come i portici, i gazebo semimobili, le legnaie e i fabbricati non abitativi, come le cantine, i depositi e i garage non definiti. Anche i fabbricati agricoli non residenziali e privi di impianti di climatizzazione o le costruzioni artigianali climatizzati per esigenze agricole, come le serre.

Se vuoi avere maggiori informazioni sulla Certificazione Energetica visita il sito internet ufficiale, troverai tutte le risposte di cui hai bisogno e gli aggiornamenti continui.

Buona lettura!

Visura catastale online: ecco perché conviene

La visura catastale online è l’alternativa alla classica visura che deve essere richiesta fisicamente agli sportelli dell’Agenzia del Territorio ‑ Ufficio Catastale. Questa è utile specialmente nel caso di compravendita di un immobile poiché la visura costituisce una sorta di carta d’identità dell’appartamento in oggetto e permette di mettere in luce eventuali irregolarità. Richiederla online apporta numerosi vantaggi, infatti in tal modo è possibile:

  • Risparmiare tempo;
  • Ottenere la visura direttamente sulla propria mail;
  • Ricevere assistenza continua.

In particolare le aziende che offrono questo servizio si sono moltiplicate negli ultimi anni e sono sempre più scelte dagli utenti perché mettono a disposizione propri consulenti capaci di interpretare i dati contenuti all’interno della visura e dunque di aiutare il cliente a comprendere qualsiasi tipo di informazione.

Visura catastale online: cosa contiene?

Nella visura ci sono tra l’altro:

  • I dati delle persone intestatarie dell’immobile;
  • Planimetrie e mappe catastali;
  • Dati identificativi e reddituali dell’immobile;
  • Atti di aggiornamento catastale.

Quando si compra un appartamento è sempre bene verificare prima che tutto sia in regola. Eventuali errori o mancanze da parte del proprietario potrebbero avere effetti negativi anche sul nuovo acquirente o comunque potrebbe risultare problematica la vendita stessa della casa in oggetto.

Visura per soggetto

Se richiesta online la visura può essere effettuata per immobile oppure per soggetto intestatario attraverso l’inserimento in un database dei dati demografici della persona fisica o giuridica proprietaria.

Per ottenere la visura in pochi minuti basta quindi andare su uno dei siti di aziende specializzate, registrarsi e accedere alla propria area riservata dove inserire alcune informazioni e altri dati richiesti.

In alcuni casi può essere chiesto in cambio della visura online il pagamento di un costo. Se non hai intenzione di pagare allora cerca chi offre una visura gratis sul web o comunque recati all’Agenzia del Territorio, qui non si paga nulla.

Estratto catastale: affidarsi solo ad agenzie professionali

Quando si ha a che fare con i documenti di un immobile è opportuno scegliere di farsi guidare da professionisti che operano da anni nel settore e possono contare su un’esperienza consolidata. Purtroppo però non è facile imbattersi in agenzie che chiedono solo tantissimi soldi in cambio di una semplice visura. Non lasciarti ingannare, la richiesta di una visura non può avere un costo eccessivamente elevato.

L’agenzia che sa fare il suo mestiere segue ogni cliente nelle sue richieste, lo aiuta a comprendere come interpretare al meglio ogni dato contenuto, gli fornisce preziosi suggerimenti.

Certo è che se dovessero risultare delle irregolarità chi lavora in questo campo saprà consigliarti sul da fare. Ad ogni modo sempre meglio tenersi alla larga da un immobile che non è in regola al catasto. Significa che il proprietario non è una persona seria e che l’appartamento al quale sei interessato potrebbe avere su di sé alcune pendenze importanti.

Visura catastale online: richiedibile in qualsiasi momento

La visura online può essere richiesta ogni giorno e nei momenti più consoni direttamente da remoto. Se si vogliono comunque ottenere informazioni maggiori su questo tipo di servizio è possibile fare una ricerca mirata sul web o visitare il sito dell’Agenzia delle Entrate per comprendere tutti i modi in cui è possibile ottenere una visura.

In arrivo la banca dati sull’abusivismo edilizio per il 2018

Scacco all’abusivismo edilizio anche nel 2018 con l’arrivo della Legge di Bilancio. Tra le novità dei nuovi emendamenti anche la creazione di una banca dati centralizzata sull’edilizia abusiva. Vediamo nel dettaglio in cosa consiste.

Abusivismo edilizio 2018: cosa cambia con la Legge di Bilancio

Le nuove norme prevedono l’obbligo per tutti i comuni italiani di registrare e comunicare tutti i casi di abusivismo edilizio presenti sui propri territori. Nel caso in cui tale normativa non venga rispettata, sono previste ingenti sanzioni. La variante sulle regole dell’abusivismo è stata incoraggiata dal Ministro dei Trasporti, Riccardo Nencini, che ha dichiarato a riguardo: «L’approvazione dell’emendamento in Commissione Bilancio va nella direzione di una maggiore garanzia di sicurezza per i cittadini. Ed è un primo passo per censire definitivamente le varie e diverse forme di abuso edilizio in modo tale da consentire il passaggio alla demolizione».

Si parla di questa banca dati nel comma 12-ter dell’emendamento:

Abusivismo edilizio 2018/12-ter – Al fine dell’attuazione del comma 12-bis è istituita presso il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, la banca dati nazionale sull’abusivismo edilizio, di cui si avvalgono le amministrazioni statali, regionali e comunali nonché gli uffici giudiziari competenti. A tal fine è autorizzata la spesa di 500.000 euro a decorrere dall’anno 2019. Gli enti, le amministrazioni e gli organi a qualunque titolo competenti in materia di abusivismo edilizio sono tenuti a condividere e trasmettere le informazioni relative agli illeciti accertati e ai provvedimenti emessi. In caso di tardivo inserimento dei dati nella banca di dati nazionale si applica una sanzione pecuniaria fino a euro 1.000 a carico del dirigente o del funzionario inadempiente. Con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti sono definite le modalità di funzionamento, di accesso e di gestione della banca di dati”.

Abusivismo edilizio 2018: fondi per la demolizione di opere illecite

Tra le novità in arrivo anche un fondo apposito per aiutare i comuni nella demolizione di immobili irregolari.

Viene inserito con l’emendamento il comma 12-bis:

12-bis ‑ “Nello stato di previsione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti è istituito un fondo finalizzato all’erogazione di contributi ai comuni per l’integrazione delle risorse necessarie agli interventi di demolizione di opere abusive, con una dotazione di 5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2018 e 2019. Con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, con il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo e con il Ministro dell’economia e delle finanze, sentita la Conferenza unificata di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sono definiti i criteri per l’utilizzazione e per la ripartizione del fondo. I contributi sono erogati sulla base delle richieste adeguatamente corredate della documentazione amministrativa e contabile relativa alle demolizioni da eseguire ovvero delle risultanze delle attività di accertamento tecnico e di predisposizione degli atti finalizzati all’acquisizione dei manufatti abusivi al patrimonio, da parte dei comuni e delle regioni”.

Abusivismo edilizio 2018: dati Istat e prospettive future

I dati Istat del 2016 sull’abusivismo edilizio in Italia non hanno mostrato un quadro positivo. Si stima che nel 2015 ogni 100 costruzioni autorizzate ce ne siano state 20 abusive. Le zone d’Italia maggiormente colpite da queste attività illegali sono quelle del Sud e, in particolare, Campania, Calabria e Sicilia. In Campania le costruzioni non autorizzate superano il 63,3%.

Con l’arrivo del nuovo anno, insomma, lo Stato si riorganizza e cerca di fare un passo in avanti nella lotta alle attività illegali.

Conosci tutte le novità in arrivo sugli ecobonus nel 2018?

Con la Legge di Bilancio 2018 sono stati prorogati anche gli incentivi statali per l’acquisto di elettrodomestici a risparmio energetico e per le ristrutturazioni con sistemi e materiali a impatto zero (o antisismici). Tutti i cittadini in possesso dei requisiti stabiliti potranno richiedere i cosiddetti ecobonus anche nel 2018.

A quanto ammontano le detrazioni fiscali con gli ecobonus 2018?

Gli sconti fiscali sulle ristrutturazioni edilizie sono regolati dall’art.16-bis del Dpr 917/8 (dal testo unico delle imposte sul reddito). Il bonus consiste in una detrazione dall’Irpef del 36% di tutte le spese sostenute per il rifacimento di un’abitazione, fino a un totale di 48.000 euro.

Anche se negli ultimi anni ci sono state delle modifiche riguardo al limite del costo complessivo (tanto che dal 2012 al 2013 il limite era stato fissato a 96.000 euro con una detrazione del 50%), a partire dal nuovo anno lo scontro è ritornato a essere del 36% con il limite massimo stabilito in precedenza di 48.000 euro.

Bisogna fare molta attenzione, invece, quando si parla della ristrutturazione degli spazi comuni di un palazzo. In questi casi le detrazioni fiscali saranno a livello condominiale (in tali circostanze l’amministratore dovrà presentare bonifici e fatture con i dettagli delle spese).

Chi può usufruire dei bonus fiscali?

  • proprietari di immobili,
  • titolari legali di un’abitazione (ad esempio in usufrutto),
  • soci di cooperative,
  • comodatari o locatori,
  • imprenditori,
  • tutti coloro che sono indicati nell’articolo 5 del Tuir,
  • un convivente more uxorio,
  • coniugi separati,
  • conviventi o familiari del proprietario dell’immobile.

Ecobonus Bonus 2018 per interventi antisismici

Già dal 2013 lo Stato ha stabilito dei contributi per tutti quelli che voglio eseguire nel proprio immobile interventi antisismici. Nella Legge di Bilancio del 2017 la proroga per queste detrazioni è slittata al 31 dicembre del 2021. Dallo scorso anno, inoltre, i bonus per gli interventi antisismici sono stati destinati anche alle aree geografiche considerate “a minor rischio”. La riduzione non è relativa solamente a quella che viene considerata l’abitazione principale, ma anche ad altre tipologie di immobili.

Ecobonus 2018 per la riqualificazione energetica

Fino alla fine del 2018 si potrà usufruire di bonus per l’installazione di impianti energetici ecologici a basso consumo. Tra i vari interventi convenzionati sono stati inseriti:

  • l’installazione di pannelli solari per il riscaldamento dell’acqua degli edifici;
  • il passaggio da uno scaldabagno tradizione a uno a pompa di calore;
  • la disinstallazione di condizionatori di vecchio tipo e l’installazione di nuovi sistemi di classe A;
  • l’acquisto di apparecchiature che permettono il controllo da remoto degli impianti di climatizzazione e di riscaldamento, nonché degli scaldabagni;
  • l’utilizzo di sistemi di microcogenerazione.

Come si richiede una detrazione per gli elettrodomestici?

La proroga per l’ottenimento di detrazioni sull’acquisto di elettrodomestici non è ancora avvenuta. Nel nuovo anno, quindi, potranno fare richiesta di sconto solamente coloro che hanno portato a termine una spesa di elettrodomestici di classe A+ (di classe A per i forni) entro il 31 dicembre 2017. Per tali soggetti sarà necessario presentare le ricevute d’acquisto all’interno della dichiarazione dei redditi nel 2018.

La Legge di Bilancio del 2017, come era avvenuto anche nelle leggi passate, ha stabilito che la detrazione sarà del 50% per mobili ed elettrodomestici (sempre di classe non inferiore a quella A+) utilizzati per arredare abitazioni appena rinnovate.